Giorgio Venturi – 20 Opere liriche da salvare dal diluvio…ed altro (LIBRO)

5,00

Disponibile

Descrizione

Cari critici, non prendetevi troppo sul serio

Un gioco, un divertimento intellettuale da non prendere troppo sul serio. Tanto che Giorgio Venturi ne fa un’avvertenza, anteposta alla seconda parte del libro da lui curato: «20 opere liriche da salvare dal diluvio… ed altro». Il volume (anzi, volumetto, un centinaio di pagine in tutto) sarà presentato oggi (ore 18) al Piccolo del Teatro Comunale. Presente lo stesso Venturi e una nutrita rappresentanza dei critici musicali coinvolti. Perché Venturi, una vita dedicata alla sua passione, la musica, si è lanciato in una piccola impresa. Che, se pur con tutte le caratteristiche della relatività, di persone, tempo, luogo e quant’altro, si presta ad alcune considerazioni di carattere generale forse non così banali. Con l’evidenza delle prove, in questo caso nero su bianco. Antefatto: nel 1956 il settimanale «Tempo» lancia una sorta di referendum fra il gotha della critica musicale italiana su quali fossero, a loro giudizio, le venti opere liriche della prima metà del ’900 da salvare dal diluvio (anno e settimanale rintracciati per merito del giovane musicologo Jacopo Pellegrini). Facendo commentare i risultati dal proprio critico, il musicologo Guido M. Gatti. Un interrogativo che al giorno d’oggi non farebbe fremere le masse. Forse nemmeno allora, ma ve l’immaginate nel glorioso terzo millennio una rivista che si interroga su quali opere del ’900 da salvare? Da qui la voglia e la curiosità di riproporre il quesito. A fronte dei venti critici del ’56, sono quasi cinquanta quelli di oggi (allargati ad appassionati d’elite come Arbasino o ad interpreti come Raina Kabaivanska). Certo chiamati a un’impresa meno rischiosa, per la prospettiva storicizzata che già regala mezzo secolo di storia in più. D’altro canto, se si fosse chiesto di cimentarsi su venti opere memorabili della seconda metà del Novecento, ci sarebbe probabilmente stato il problema di trovarle, memorabili o no. Nel mucchio, c’è chi si prende molto sul serio, c’è chi è fortemente ironico e autoironico, c’è pure Quirino Principe che risponde in versi. Ma una cosa risulta evidente, lo scollamento fra la prima e la seconda classifica. Così, la lezione che viene da questo «divertismant» ci sembra chiara: cari critici, non prendetevi troppo sul serio, il verbo, almeno in campo artistico, non è patrimonio di nessuno su questa terra.

[Corriere Fiorentino – 3 Marzo 2010 di VALERIA RONZANI]

EAN: 9788887815450

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Giorgio Venturi – 20 Opere liriche da salvare dal diluvio…ed altro (LIBRO)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *